0039 0403480411 info@radovani.it

Qual è la differenza tra Fonoassorbenza e Isolamento Acustico? E’ un interrogativo che molto spesso ci poniamo. In alcuni casi, inoltre, si è orientati a pensare che siano dei sinonimi. In realtà non è così e in questo articolo cercheremo di spiegare le differenze.

La fonoassorbenza (o assorbimento acustico o fonoassorbimento) comprende tutte quelle tecniche atte a rendere più accogliente l’acustica interna di un ambiente, a migliorarne il comfort acustico. In altri termini, si necessita di fonoassorbenza in ambienti dove è richiesta una rumorosità ambientale ridotta, dove si richiede nitidezza sonora e più in generale, dove si genera il fenomeno della risonanza acustica, che nel linguaggio comune chiamiamo rimbombo o frastuono.

L’isolamento acustico (o insonorizzazione) invece è quel ramo dell’acustica che si occupa di limitare la diffusione del suono, sia in entrata per motivi protettivi (smorzare il rumore proveniente dall’esterno), sia in uscita per motivi cautelativi (non si vuole infastidire esternamente il prossimo). Casi specifici di isolamento acustico sono tutti quegli interventi che possono riguardare, ad esempio, i divisori di unità immobiliari confinanti, con la costruzione ad hoc di pareti, contropareti, controsoffitti e pavimenti insonorizzati; o anche quelli che vanno ad interessare direttamente la facciata di un edificio, per limitare la rumorosità esterna proveniente da una strada.

L’Isolamento acustico

In generale la massa aumenta l’isolamento acustico! La trasmissione sonora, infatti, diminuisce all’aumentare della massa di una struttura. Raggiungere un accettabile potere fonoisolante di una struttura solo con la massa però, ha l’inconveniente di richiedere un importante appesantintimento della stessa, senza altresì garantire una riuscita ottimale a causa di altri fattori, tra i quali l’effetto coincidenza.

Se si vuole migliorare l’isolamento acustico di una struttura senza appesantirla eccessivamente e occupando uno spazio ridotto, si ragggiungono ottimi risultati con soluzioni basate sul principio di massa-molla-massa: ossia interporre a 2 materiali rigidi come i cartongessi isolanti accoppiati, un cuscinetto d’aria che formi un’intercapedine all’interno della quale va inserito il materiale fonoassorbente. Le due masse rigide intervengono sulle basse e medie frequenze e rappresentano le masse, il materiale fonoassorbente, la molla, interviene sulle alte frequenze. Per questo motivo nell’isolamento acustico bisogna effettuare un intervento vario nelle sue componenti e far attenzione a non lasciare dei ponti acustici che possano limitare l’effetto dell’intervento.

La Fonoassorbenza (o correzzione acustica o assorbimento acustico)

La fonoassorbenza acustica serve a migliorare l’acustica interna di ambienti dove c’è un assembramento continuo di persone e dove spesso, si genera il fenomeno della risonanza acustica. Ma è molto richiesta anche per ambienti dove si ha la necessità di percepire nel miglior modo possibile la qualità di un suono emesso.

Per fare degli esempi pratici parliamo di ristoranti e pub, uffici, sale d’ascolto, bar, mense, sale riunioni, sale convegni, ambienti indutriali, scuole e ludoteche (l’urlo di un solo bambino raggiunge i 95 db, lo sapevi?). Lo scopo di un intervento di fonoassorbenza è quello di ridurre il tempo di riverbero, che è la causa di risonanza acustica.

Interventi differenti e prodotti differenti

Come abbiamo potuto vedere i due interventi hanno funzioni diverse. Ma c’è una cosa che li accomuna sicuramente: necessitano entrambi di materiali ad alto valore tecnologico.
Con i nuovi materiali accoppiati è possibile ovviare a determinate trascuratezze in fase di realizzazione di un ambiente. E molti materiali fonoassorbenti, oltre a essere degli efficaci strumenti di coibentazione nell’isolamento acustico, sono soprattutto i prodotti necessari per l’assorbimento acustico di ambienti, entrando allo stesso tempo a far parte del design del locale.

Contattaci ora!

L’interessato, letta l’informativa sotto riportata, accetta espressamente e presta il consenso al trattamento dei propri dati.

SiNo

Leggi la Privacy Policy del modulo di contatto

Seguici sui social!

Contattaci ora!

L’interessato, letta l’informativa sotto riportata, accetta espressamente e presta il consenso al trattamento dei propri dati.

SiNo

Leggi la Privacy Policy del modulo di contatto

Seguici sui social!