0039 0403480411 info@radovani.it

però Revamping: è il momento giusto per aggiornare e ammodernare i macchinari esistenti.

Un macchinario efficiente e moderno è la condizione necessaria per incrementare il rendimento e la flessibilità di ogni linea produttiva: una considerazione banale, in cui molti, probabilmente, si ritroveranno.

Spesso però, la scarsa conoscenza e/o la disponibilità di informazioni errate circa la corretta gestione del ciclo di vita di un macchinario porta aziende e manager a fare investimenti e valutazioni aziendali sbagliate, non in linea con l’ottimizzazione dei costi e delle risorse disponibili.

Ecco perché è importante conoscere bene il ciclo di vita dei macchinari e degli impianti di automazione per poter disporre di informazioni precise su come rendere nuovamente efficienti e produttive apparecchiature e sistemi di automazione industriale ormai obsoleti.

È possibile però aumentare la produzione senza cambiare gli impianti, grazie ad un intervento particolare e mirato che prende il nome di Revamping.

Cos’è il Revamping?

Il significato di revamping indica un’operazione di ristrutturazione e rifacimento di impianti industriali anche complessi al fine di allungare il loro ciclo di vita all’interno del processo produttivo.

Nel dettaglio, un intervento di revamping va a sostituire il cuore tecnologico di un macchinario industriale aggiornandolo con soluzioni attuali e all’avanguardia che consentono all’impianto di guadagnare efficienza e qualità, pur mantenendo la struttura di partenza.

Grazie al revamping è quindi possibile ripristinare i processi tecnologici obsoleti sostituendoli con tecnologie moderne che permettono all’impianto di iniziare una nuova “vita” produttiva, ottenendo, di riflesso, un incremento della produttività, del risparmio energetico e della sicurezza.

Il revamping permette di ottenere diversi vantaggi, tra cui:

  • Incremento della produttività e della performance dell’impianto
  • Aumento della sicurezza del personale
  • Miglioramento della qualità e della flessibilità produttiva della linea
  • Riduzione dei costi di produzione

Inoltre, il ripristino di impianti industriali esistenti è generalmente meno costoso rispetto a un progetto totalmente nuovo, con il vantaggio aggiunto di poter ricavare un risultato complessivo ottimale.

Quando un macchinario va cambiato o reso più performante?

Ci sono dei parametri che possono aiutarci a capire se è o non è il caso di intervenire? La risposta è sì, eccone alcuni:

  • Quando infortuni o malattie sono imputabili al macchinario pericoloso, poco ergonomico e non sufficientemente dotato di sistemi in grado di tutelare il benessere di lavoratori; oppure, oggi più che mai, quando non rispetta le recenti disposizioni relative al distanziamento sociale.

  • Quando i pezzi di ricambio sono diventati costosi o di scarsa reperibilità.

  • Quando il tempo dedicato alla manutenzione ordinaria aumenta in modo importante.

  • Quando il tempo dedicato alla manutenzione straordinaria (rotture, fermi macchina) diventa oneroso e ingestibile da risolvere internamente.

  • Quando i PLC sono fuori produzione e quindi i software vanno riscritti.

  • Quando i tempi di produzione e attrezzaggio non sono in linea con le necessità produttive.

  • Quando la formazione all’utilizzo del macchinario è troppo lenta e il turnover frequente.

  • Quando le leggi di un mercato veloce impongono frequenti cambi di formato in base all’ordinato dell’ultimo minuto.

  • Quando subentrano necessità di controllo aziendale e di produzione attraverso l’aggregazione dei dati forniti dalle singole macchine o dagli impianti in tempo reale. Un esempio: l’interconnessione richiesta dall’industria 4.0.

In tutti questi casi, il revamping degli impianti è la soluzione capace di coniugare il minimo investimento, con ROI immediati; il tutto grazie a macchinari detti flessibili: ovvero personalizzati sulle necessità produttive dell’azienda e di un mercato instabile e sempre meno prevedibile.

Il revamping è una delle voci incluse da Industria 4.0?

Un fornitore attento e preparato sa rispondere anche a questa domanda e ne facilita la comprensione attraverso lo studio del caso specifico perché, la legge parla chiaro e dice: sono agevolabili anche gli interventi tesi a rendere beni, già presenti e acquisiti in azienda, conformi al modello industria 4.0, tramite ammodernamento o revamping. Nel caso del revamping vanno fatte attente valutazioni: se studiata con criterio questa operazione porta ad un risparmio del 40% rispetto al costo dell’intervento, su 100 mila euro di investimento, il 40% corrisponde a 40 mila euro che vengono coperti dal credito d’imposta dello stato.

Se stai cercando qualcuno che ti aiuti a capire se è il momento di fare il revamping? Contattaci per un preventivo personalizzato su info@radovani.it

Contattaci ora!

    L’interessato, letta l’informativa sotto riportata, accetta espressamente e presta il consenso al trattamento dei propri dati.

    SiNo

    Leggi la Privacy Policy del modulo di contatto

    Seguici sui social!

    Contattaci ora!

      L’interessato, letta l’informativa sotto riportata, accetta espressamente e presta il consenso al trattamento dei propri dati.

      SiNo

      Leggi la Privacy Policy del modulo di contatto

      Seguici sui social!

      × Ciao! Come possiamo aiutarti?